Negli ultimi anni il fintech si è sviluppato in maniera piuttosto rapida. Oggi, i poli che attraggono le startup legate a questo settore sono molti, e generano grandi flussi di denaro. Da queste premesse è nata l’idea dell’istituto per i servizi finanziari Zug (IFZ) dell’Uiversità delle scienze applicate di Lucerna, che da alcuni anni pubblica periodicamente uno studio sulle migliori città in cui avviare una startup fintech e la relativa classifica “FinTech Hub Ranking”.  (Per chi non sapesse in cosa consiste il settore FinTech, ne abbiamo parlato in maniera approfondita qui).

FinTech Hub Ranking: il framework della classifica

In relazione a ciascuna città analizzata, lo studio confronta le quattro macroaree che incidono sullo sviluppo di una startup specializzata in fintech: politica, economica, sociale, tecnologica. In primo luogo, è stato considerato il contesto politico (e quindi legale) che caratterizza l’area di interesse. Stabilità politica, efficacia delle azioni del governo, burocrazia, qualità normative, livello di corruzione, sono tutti fattori di cui si è tenuto conto in questa prima sezione.

Sono poi stati studiati, per ciascuna città, tutti i dati relativi alle possibilità di ottenere finanziamenti, e alle attività imprenditoriali, quindi l’indice di fattibilità per l’avvio di un Business. E ancora la dimensione del mercato interno, l’andamento del mondo finanziario, i livelli salariali. Importantissime, poi, sono le relazioni sociali che è possibile coltivare in ciascuna località, e quindi le possibilità di fare networking, stringere legami e far conoscere il proprio marchio, ma anche quelle di poter trovare personale competente e qualificato. L’ultimo criterio per l’assegnazione del punteggio riguarda infine tutto ciò che è legato all’aspetto tecnologico limitatamente ad una particolare area geografica, essenziale quando si parla di FinTech.

Il ranking

La classifica top 25 relativa al FinTech Hub Ranking 2018, l’ultimo pubblicato fino a questo momento, è la seguente.

  1. Singapore
  2. Zurigo, Svizzera
  3. Ginevra, Svizzera
  4. Londra, UK
  5. Amsterdam, Paesi Bassi
  6. Toronto, Canada
  7. Stoccolma, Svezia
  8. New York City, USA
  9. San Francisco, USA
  10. Hong Kong
  11. Francoforte, Germania
  12. Berlino, Germania
  13. Sydney, Australia
  14. Oslo, Norvegia
  15. Vienna, Austria
  16. Tokyo, Giappone
  17. Dublino, Irlanda
  18. Parigi, Francia
  19. Lussemburgo
  20. Tel Aviv, Israele
  21. Dubai, Emirati Arabi
  22. Milano, Italia
  23. Beijing, Cina
  24. Shanghai, Cina
  25. Varsavia, Polonia
Dal FinTech Hub Ranking relativo al 2017 le prime tre posizioni sono rimaste invariate. Singapore ha ottenuto in tutte e quattro le macroaree punteggi eccellenti, ma per ottenere la posizione più alta del podio è stato determinante l’ottimo avanzamento tecnologico relativo alla propria area. Zurigo e Ginevra, rispettivamente seconda e terza classificata, devono il proprio traguardo principalmente alle favorevoli condizioni economiche di cui gode la Svizzera. La sorpresa di quest’anno è la quarta classificata: Londra è passata dall’ottava (ranking del 2017) alla quarta posizione del 2018. IFZ, nell’analisi pubblicata, ha attribuito il progresso ottenuto dalla città inglese ad una riduzione dell’incertezza nata con il referendum sulla Brexit, nel 2016. La top 5 del FinTech Hub Ranking è chiusa da Amsterdam, che ha conquistato due posizioni rispetto alla classifica del 2017 ed ha sensibilmente migliorato la propria reputazione in termini di FinTech. Le infrastrutture digitali presenti nei Paesi Bassi hanno reso possibile un importante sviluppo del FinTech nella capitale: secondo i dati di “I Amsterdam” il settore coinvolge oltre 350 aziende e circa 15000 persone nella sola capitale
Singapore. Fonte: Wonderfulengineering.com

L’analisi

Rispetto al FinTech Hub Ranking relativo al 2017 le prime tre posizioni sono rimaste invariate. Singapore ha ottenuto in tutte e quattro le macroaree punteggi eccellenti, ma per ottenere la posizione più alta del podio è stato determinante l’ottimo avanzamento tecnologico legato alla città. Zurigo e Ginevra, rispettivamente seconda e terza classificata, devono il proprio traguardo principalmente alle privilegiate condizioni economiche di cui gode la Svizzera. La sorpresa di quest’anno è la quarta classificata: Londra è passata dall’ottava (ranking del 2017) alla quarta posizione del 2018. IFZ, nell’analisi pubblicata, ha attribuito il progresso ottenuto dalla città inglese ad una riduzione dell’incertezza che era nata con il referendum sulla Brexit, nel 2016.

La top 5 del FinTech Hub Ranking è chiusa da Amsterdam, che ha conquistato due posizioni rispetto alla classifica del 2017 ed ha sensibilmente migliorato la propria reputazione in termini di FinTech. Le infrastrutture digitali presenti nei Paesi Bassi hanno reso possibile un importante sviluppo del FinTech nella capitale: secondo i dati di “I Amsterdam” il settore coinvolge oltre 350 aziende e circa 15.000 persone nella sola capitale. L’unica Italiana nella classifica è Milano, al venticinquesimo posto, che ha perso due posizioni rispetto alla classifica del 2017.

Per approfondire: Report sul FinTech Hub Ranking 2018