Sony ha pubblicato i dati finanziari relativi all’ultimo trimestre, da cui si possono evidenziare importanti considerazioni. In generale, l’ultimo trimestre dell’azienda è andato molto bene, con un profitto operativo complessivo in crescita del 7,5% a 3,01 miliardi di euro, ma ci sono stati degli aspetti negativi.

In primis, la Sony PlayStation 4 non è più quella di una volta. È bene considerare che è stata presentata nel febbraio del 2013, quindi esattamente 6 anni fa, e l’età si fa sentire. Altro tasto dolente, probabilmente il peggiore, sono gli smartphone, che ormai hanno un trend sempre più negativo. Bene, invece, il settore musicale, che ha fatto registrare degli ottimi guadagni, soprattutto grazie all’acquisizione di EMI. Ora che abbiamo un quadro generale della situazione, vediamo il tutto nei dettagli.

Sony PlayStation 4, le vendite sono in calo ma resiste ancora

La storica console Sony, quando vende meno, anche se si tratta di un lieve calo, lo fa notare eccome. La divisione PlayStation è da sempre una delle colonne portanti dell’azienda, ma stavolta il profitto del settore assume un trend negativo: -14% di ricavi operativi provenienti dai giochi prodotti da Sony rispetto allo scorso anno. Inoltre, le unità di PlayStation 4 vendute sono passate da 9 milioni, nell’ultimo trimestre del 2017, ad 8,1 milioni nell’ultimo trimestre del 2018. Hiroki Totoki, direttore finanziario dell’azienda, ha così commentato:

Le vendite hardware sono calate a 8,1 milioni di unità nel trimestre, ma era già previsto per una console che sta entrando nel suo sesto anno.

Quel “sesto anno” vuole sia giustificare il calo delle vendite, sia far capire agli utenti (e, anche di più, agli investitori) che Sony sta già dedicando gran parte delle proprie risorse allo sviluppo di PlayStation 5. Nonostante tutto, Sony ha voluto mantenere le stime fatte ad inizio anno, prevedendo che PS4 venderà 100 milioni di unità entro la metà del 2019 e che i videogiochi porteranno un profitto di 2,49 miliardi di euro.

Il bel lavoro di EMI e il dramma di Sony chiamato smartphone

La Electronic and Musical Industries (EMI), acquisita definitivamente da Sony nel mese di novembre 2018, ha portato grandi soddisfazione. Il profitto operativo registrato è stato pari a 1,17 miliardi di euro, che ha dato una grande spinta verso l’alto al trimestre di dell’azienda.

Continua, invece, il dramma degli smartphone per Sony. Vendute soltanto 1,8 milioni di unità, in forte calo rispetto alle 4 milioni di unità del 2017. Il profitto subisce un calo pari a 124,11 milioni di euro. Ridotte anche le stime aziendali da 8 milioni di unità fino a 6,5 milioni di unità, la metà rispetto a quanto fatto lo scorso anno. Durante MWC 2019, la mega fiera tecnologica di Barcellona, Sony dovrà presentare qualcosa di davvero innovativo per permettere al proprio settore mobile di riprendersi. Cosa vi aspettate?