Home » “Perchè Sanremo è Sanremo”: al via l’edizione 2022

“Perchè Sanremo è Sanremo”: al via l’edizione 2022

Ai posti di combattimento. Prendete popcorn, patatine e coca cola. Sintonizzate la TV. Sanremo è incominciato. Ma quanto guadagnano i partecipanti? Scopriamolo assieme!

Categorie Cultura e Gestione d'Impresa · Curiosità · Eventi
Vuoi leggere tutti gli articoli del network (oltre 10.000) senza pubblicità?
ABBONATI A 0,96€/SETTIMANA

Ci siamo. Spegnete pc, tablet ed iphone. Portate il cane a spasso prima delle 20.30. Mettete il “do not disturb” davanti alla porta di casa. Fate scorta di lievito e farina per impastare pizze. Comprate popcorn, patatine, coca cola, vino e gaviscon. Fino a sabato 5 febbraio esiste una sola parola: SANREMO. Tutti davanti alla TV a commentare ospiti, conduttori, mise dei cantanti e sì, ogni tanto, anche le canzoni. Perché si sa, durante Sanremo, siamo tutti stilisti, vocal coach e critici musicali che Rudy Zerbi fatti da parte proprio!

Certo che Fiorello fa morir dal ridere!” “Ma perché Amadeus no?”

Ma quanto è figo Berrettini?” “Vogliamo parlare di Damiano dei Maneskin?”

Sanremo

La prima serata è andata e già c’è un’unica curiosità che aleggia nell’aria: ma quanto guadagna chi partecipa a Sanremo? Non poco, se vogliamo rimanere sul vago. Sapevo che avrei dovuto puntare tutto sulla simpatia o sulle mie innate doti canore per potermi permettere un attico con piscina!

Sanremo: quanto guadagnano gli artisti?

Conduttori e co-conduttori

Il cachet di chi partecipa a Sanremo è sempre stato oggetto di discussione a partire da quello del conduttore che anche quest’anno è Amadeus. Ovviamente non ci sono cifre ufficiali ma si vocifera che il suo guadagno potrebbe aggirarsi intorno ad Euro 600mila. Per quanto riguarda Fiorello invece non è dato sapere. L’anno scorso il suo cachet si aggirava intorno ad Euro 250mila ma quest’anno dovrebbe avere un ruolo “minore” quindi molto probabilmente sarà più basso ma è sempre top secret! Amadeus sarà accompagnato ogni sera da una co-conduttrice. La prima serata ha visto la bellissima Ornella Muti accompagnare il conduttore. Le altre serate vedranno Drusilla Foer, Sabrina Ferilli, Maria Chiara Giannetta e Lorena Cesarini. A loro quanto spetta? Sempre secondo indiscrezioni, loro potrebbero percepire circa Euro 25mila a testa.

Sanremo
Credit: SkyTG24

Ospiti

Passiamo adesso al cachet degli ospiti. Prima fra tutti i pluripremiati Maneskin. Dal secondo posto ad X Factor alla vittoria di Sanremo e dell’Eurovision il passo è stato breve. I fantastici 4 avrebbero concordato un cachet di circa Euro 80mila per partecipare come ospiti alla serata inaugurale di Sanremo 2022 più il passaggio in un’auto guidata dallo chauffeur di eccezione Amadeus. Per quanto riguarda gli ospiti delle altre serate, per ora, non ci sono state indiscrezioni. In linea con le altre edizioni, Checco Zalone, Laura Pausini, Luca Argentero e tutti gli altri ospiti VIP potrebbe percepire intorno ad Euro 50mila anche se per la Pausini si pensa sia stato stanziato un importo più alto.

Sanremo
Credit:SkyTG24

In realtà negli ultimi anni, il budget previsto per gli ospiti ha subito una spending review non indifferente e questo si nota dall’assenza sul palco dell’Ariston di artisti stranieri che rispetto a quelli italiani, più a buon mercato, chiedevano una quota molto più alta.

Cantanti

Eh, sì, anche i 26 big in gara percepiscono un cachet. Una sorta di indennizzo a titolo di rimborso spese il cui importo si aggira intorno ad Euro 48mila. Per le nuove proposte, invece, non è dato sapere. In realtà l’ultimo dato certo circa il rimborso per le giovani voci risale al Sanremo del 2018 ed era pari ad Euro 6mila. Ovviamente il guadagno per i cantanti arriva dopo Sanremo. Salire sul palco dell’Ariston è una meta ambita da tutti perché è il trampolino di lancio per tuffarsi nelle case degli italiani. Per entrare nella loro playlist di Spotify. Nelle radio delle loro auto mentre vanno al lavoro. Nelle cuffie quando vanno a correre. Si guadagna per ogni ascolto. Quindi più che al rimborso spese previsto per Sanremo, i cantanti mirano al dopo. Mirano all’essere ascoltati in radio, in TV e su YouTube.

Sanremo
Credit:SkyTG24

Sanremo cattura così tanto l’interesse di quasi tutti gli italiani perché è più che un programma televisivo. È un momento di unione per le famiglie. Come quando i nostri genitori si riunivano con i loro di genitori davanti alla tv per guardare Carosello.

Ecco, Sanremo non è solo canzoni. Sanremo è Fiorello che si aggira nella sala con il termometro tra le mani e gli occhiali da sole stile Will Smith in “Man in Black” misurando la temperatura al primo che gli capita a tiro. E’ Amadeus che presenta i Maneskin quasi commosso ed è Damiano dei Maneskin che si commuove dopo aver cantato come ospite d’onore su quel palco che l’anno scorso lo ha visto trionfare. Sanremo è gli abiti belli e meno belli delle co-conduttrici. E’ Gianni Morandi che si dimena cantando la sua “Apri tutte le porte”. Sanremo è l’omaggio inaspettato al grandissimo Franco Battiato con un video inedito in cui il cantautore intona una parte del suo capolavoro “La Cura“. Sanremo è Sanremo e per chi non vuole seguirlo… esiste sempre il telecomando per fare zapping!

Sanremo
Credit:SkyTG24

Un commento su ““Perchè Sanremo è Sanremo”: al via l’edizione 2022”

Lascia un commento