Il Mondiale di calcio è uno degli eventi più seguiti al mondo! Nonostante sia un evento calcistico, non si tratta solo di sport. Come ogni grande manifestazione, dietro c’è un enorme business che vede come principali protagonisti: denaro, marketing e sponsor. Un altro plus che rende grande questo business è l’esclusività: ogni Mondiale si tiene in una diversa nazione e la possibilità di essere presente fa gola ad ogni azienda, è un’opportunità irresistibile!

In questo enorme giro d’affari ci sono, ovviamente, spese ricavi. Aziende che sponsorizzano prodotti o acquistano i diritti TV fanno parte della prima categoria, anche se hanno il loro guadagno, mentre la FIFA, il Paese ospitante e i settori turistici ne traggono grandi benefici.

Un quadro generale sul business del Mondiale

Mondiale 2018 - Guadagni (1)
Adidas Telstar: il pallone FIFA World Cup Russia 2018. Foto di Robbie Jay Barratt – AMA/Getty Images.

Partiamo subito dalle cifre. Il Mondiale 2018 in Russia muove tra 4,2 e 4,5 miliardi di euro in un solo mese. Come se ciò non bastasse, il trend è positivo rispetto alla precedente edizione (Brasile 2014) e questo fa sì che, probabilmente, siano i Mondiali più ricchi di sempre. A guadagnare sono tante aziende, alcune anche inaspettate, come le aziende di elettronica. Quest’ultime guadagnano grazie soprattutto alla produzione di maxischermo, TV e\o impianti audio e video, che poi vengono venduti attraverso le grandi catene di negozi di elettronica.

Altra tipologia di azienda a guadagnare è quella dei bookmakers. Questi ultimi riescono ad attirare una grande quantità di pubblico che vuole scommettere sul risultato di una partita, sul vincitore della competizione o su tanti altri dettagli che vengono quotati dai bookmakers. È importante considerare la dichiarazione di Richard Hunter dell’Interactive Investor:

Con un’esplosione di scommesse sui telefoni cellulari ormai consolidata, è più facile che mai scommettere. – The Guardian

Mondiale 2018 - Guadagni (2)
Immagine FIFA per la vendita dei biglietti del Mondiale Russia 2018. Fonte: FIFA

Ci sono poi aziende come ITV o la stessa Mediaset che investono un capitale iniziale (ad esempio Mediaset ha pagato circa 80 milioni) per acquistare i diritti TV, per poi ricavare dell’utile dalle pubblicità che vengono trasmesse sui propri canali durante le partite e\o i programmi dedicati al Mondiale di calcio. Poi troviamo le aziende che si muovono nel settore del turismo, come le aziende di trasporto o i ristoratori.

Le prime guadagnano sia dai fan che seguono la propria nazionale di calcio, sia dalle squadre stesse che hanno necessità di spostarsi da un luogo all’altro durante le partite. Nella ristorazione vanno forte i pub, che offrono la possibilità di mangiare un panino, con una bevanda fresca, mentre si guarda la partita in compagnia.

Infine, abbiamo le aziende leader nello sport, come Nike Adidas, che ricavano un’enormità di denaro dalla vendita delle magliette e sono sponsor della FIFA stessa! Approfondiamo nel prossimo paragrafo, con maggiori dettagli sulle cifre, l’aspetto FIFARussia e nazionali partecipanti.

Guadagni: FIFA, Russia nazionali partecipanti al Mondiale

Mondiale 2018 - Guadagni (3)
Coppa del Mondo FIFA durante la presentazione del Mondiale Russia 2018.

Iniziamo dalla FIFA, che dovrebbe ottenere un ricavo pari a 6,1 miliardi di dollari. I guadagni si dividono in più settori; al primo posto troviamo i diritti TV, per cui ci conta un’entrata pari a circa 3 miliardi. Al secondo posto di sono i Marketing Rights, ovvero gli accordi per la sponsorizzazione, che raggiungono una cifra pari quasi a 2 miliardi. Il resto viene da merchandisingincassi dei biglietti delle partite.

La Russia, Paese ospitante del Mondiale 2018, ha speso 11,6 miliardi per l’intera manifestazione. Questo però ha portato ad un immediato aumento del PIL (+1%) che ha coperto le spese e ci si attende un ulteriore aumento, durante questo mese, che porterebbe un incasso di circa 30 miliardi.

La FIFA ha stanziato un budget di 575 milioni di dollari per la premiazione. Ogni Paese che partecipa con la propria nazionale di calcio ottiene un premio. Ecco la classifica:

  1. Campione del Mondo: 35 milioni
  2. Secondo posto: 25 milioni
  3. Terzo posto: 22 milioni
  4. Quarto posto: 20 milioni
  5. 5° – 8° posto: 14 milioni
  6. 9° – 16° posto: milioni
  7. 17° – 32° posto: 8 milioni