Home » Rishi Sunak: chi è il nuovo premier britannico dalle origini indiane

Rishi Sunak: chi è il nuovo premier britannico dalle origini indiane

Rishi Sunak è stato eletto premier britannico a seguito delle dimissioni di Lizz Truss, presentate dopo soli 45 giorni di mandato. Ma conosciamo meglio il primo premier britannico di origini indiane.

Categorie Attualità · Eventi · Politica
Vuoi leggere tutti gli articoli del network (oltre 10.000) senza pubblicità?
ABBONATI A 0,96€/SETTIMANA

Archiviata la pratica Liz Truss, il parlamento britannico ha già prontamente scelto il sostituto. Si tratta di Rishi Sunak, avversario nelle precedenti elezioni che avevano visto vincitrice la Truss. Ma chi è il nuovo inquilino del numero 10 di Downing Street?

Rishi Sunak

Rishi Sunak, un focus sul neopremier britannico di origine indiana

Rishi Sunak è diventato celebre prima ancora di essere eletto presidente. Primo premier di Re Carlo III di origini indiane, è senza ombra di dubbio, l’inquilino più ricco che Downing Street abbia avuto fino ad ora. Nato nel 1980 a Southampton, è figlio di genitori indù emigrati dall’Africa. Il marajà dello Yorkshire, uno dei suoi tanti soprannomi, ha studiato prima filosofia presso il prestigioso Winchester College per poi specializzarsi in economia al Lincoln College di Oxford.

Rishi Sunak

Il neopremier è sposato con Akshata Murty, figlia del miliardario fondatore di Infosys. La coppia, che si stima abbia un patrimonio che sfiora il miliardo di dollari, ha due figlie. Prima di entrare in politica non solo è stato un banchiere di Goldman Sachs, con un patrimonio di centinaia di milioni di sterline, ma ha anche fondato due società: la Theleme Parners, una società di hedge fund e la Catamaran Ventures, una società di investimenti.

Carriera politica

Rishi Sunak

È stato eletto deputato per la prima volta nel 2015, per poi essere rieletto nel 2017. È da sempre un conservatore. Nei due anni della pandemia da Covid-19 è stato elogiato da tanti per la gestione della crisi economica, in particolar modo per il progetto “Eat Out to Help Out”. Questo progetto era stato pensato per aiutare gli esercenti e incentivava i cittadini a pranzare e cenare fuori con uno sconto del 50% se i proprietari dei locali avessero deciso di aderire all’iniziativa. Successivamente, quest’ultimi avrebbero potuto richiedere un rimborso al governo per le offerte concesse.

È stato vivo sostenitore della Brexit, l’uscita del Regno Unito dall’Europa, ma con toni più concilianti e di dialogo. Come idea politica è considerato molto vicino a Boris Johnson anche se diametralmente opposto a quest’ultimo; infatti, per molti è il motivo principale della caduta di Johnson. La sua ascesa pubblica ed il suo modo di far politica, lo hanno portato ad avere una notevole popolarità tra gli elettori, soprattutto tra quelli più giovani.  Il 13 febbraio 2022 diventa cancelliere dello Scacchiere. Con l’elezione a premier britannico, Rishi Sunak adesso ha un unico obiettivo: sistemare la catastrofe lasciata da Lizz Truss nei suoi 45 giorni di regno.

Rishi Sunak

Rishi Sunak, la rimonta su Lizz Truss

Rishi Sunak è stato l’altro candidato, assieme a Lizz Truss, per la successione a Boris Johnson, del quale era un fedelissimo. Ma la sua volontà a prenderne il posto come presidente gli ha attratto addosso l’ira di parte dei sostenitori del premier, accusandolo di tradimento. Ragion per cui, Lizz Truss, thatcheriana ed anti-Brexit, è sempre stata prima nei sondaggi vincendo le elezioni con il 57,4% delle preferenze. Travolta dal flop della sua politica economica, la Truss si è dimessa dopo soli 45 giorni e Sunak è ritornato alla carica, vincendone la sfida. È stato approvato non solo da David Forst, esponente vicinissimo a Boris Johnson ma anche da Dominic Raab, ex vicepremier dello stesso Boris.

Tanti sono stati gli auguri per il nuovo insediamento da parte del mondo politico, nella speranza che, almeno lui, duri più di 45 giorni.  C’è da dire che Re Carlo III non è neanche salito al trono che già ha conosciuto due premier; vorrà mica eguagliare il primato della defunta madre?

Lascia un commento