Home » Pulsanti e interruttori industriali: tutto quello che dovresti sapere

Pulsanti e interruttori industriali: tutto quello che dovresti sapere

I pulsanti e gli interruttori industriali sono essenziali per controllare macchinari e apparecchiature, garantendo durabilità e affidabilità. Esistono vari tipi, tra cui a pulsante, a leva e a rotazione, con Schneider Electric che offre un ampio catalogo.

Categorie Logistica · Produzione · Tecnologia
Vuoi leggere tutti gli articoli del network (oltre 10.000) senza pubblicità?
ABBONATI A 0,96€/SETTIMANA

I pulsanti e gli interruttori industriali sono dispositivi fondamentali per la gestione e il controllo di macchinari e apparecchiature. Infatti, sono progettati per sostenere carichi di lavoro pesanti e garantiscono una lunga durabilità.

In commercio esistono diverse tipologie di interruttori industriali. Tra i più comuni troviamo quelli a pulsante, quelli a leva e quelli a rotazione. Per un elenco completo, si consiglia di consultare il catalogo di pulsanti e interruttori industriali proposti da Schneider Electric.

Quali sono le applicazioni dei pulsanti e interruttori industriali?

I pulsanti e gli interruttori industriali vengono utilizzati in diversi settori come, per esempio, in quello automobilistico, manifatturiero, chimico e di automazione. Infatti, si tratta di elementi fondamentali per questi ambiti, in quanto sono strumenti necessari per il controllo e la supervisione dei processi di produzione.

In base al settore in cui vengono utilizzati, svolgono funzioni specifiche. Ad esempio, sono impiegati per avviare e arrestare i motori dei macchinari, per regolare la velocità dei motori e per controllare le varie modalità di funzionamento delle apparecchiature.

Inoltre, dispongono di funzionalità avanzate. Infatti, gli interruttori industriali spesso sono dotati di illuminazione a LED, che permette di individuare facilmente i pulsanti anche in condizioni di scarsa illuminazione. In aggiunta, segnalano lo stato attuale del dispositivo, ad esempio indicando il raggiungimento di determinate condizioni di sicurezza o la presenza di un’anomalia.

Come scegliere i pulsanti e interruttori industriali giusti?

In commercio esistono numerose tipologie di interruttori industriali ed è importante considerare alcuni fattori per assicurarsi di scegliere quelli più adatti per le proprie necessità e per garantire la massima sicurezza sul posto di lavoro:

  • tipo di applicazione: in contesti industriali è importante accertarsi di scegliere interruttori progettati per gestire carichi di lavoro molto pesanti;
  • ambiente di utilizzo: nelle industrie molto spesso gli interruttori sono esposti a polvere, umidità, liquidi, calore. Per questo motivo bisogna dotarsi di pulsanti resistenti a queste condizioni;
  • caratteristiche tecniche: in base alla funzione che l’interruttore deve svolgere e all’operazione che deve controllare, è importante valutarne le caratteristiche tecniche specifiche per scegliere quello più adatto;
  • normative di sicurezza: è fondamentale assicurarsi che i pulsanti scelti rispettino le normative di sicurezza previste per il settore di impiego, per garantire la sicurezza di tutti gli operatori.

Un altro elemento da considerare nella scelta degli interruttori più adatti è il materiale. Infatti, sul mercato sono disponibili delle versioni in plastica, economiche ma meno resistenti, o in metallo, più costose ma durevoli.

Inoltre, è importante valutare anche le specifiche elettriche e il grado di protezione IP, che indica il livello di difesa dell’interruttore contro la penetrazione di agenti esterni. È importante dunque selezionare un grado di protezione IP adeguato in base all’ambiente operativo dell’interruttore.

Come anticipato, si possono trovare varie tipologie di interruttori industriali. Ad esempio, esistono gli interruttori a pulsante, in cui un semplice tasto permette di attivare o disattivare una funzione. In alternativa, si può optare per gli interruttori a leva, in cui le funzioni vengono attivate tramite una levetta; o per quelli a rotazione, che invece richiedono una rotazione manuale per avviare o sospendere un’operazione.

Installazione e manutenzione di pulsanti e interruttori industriali

Per assicurarsi un funzionamento sicuro e durevole degli interruttori industriali è importante occuparsi con cura dell’installazione e della manutenzione. Innanzitutto, è necessario provvedere al collegamento e alla configurazione dei pulsanti, seguendo attentamente le istruzioni offerte dal fornitore sul montaggio e cablaggio dei dispositivi.

Inoltre, è essenziale effettuare una manutenzione periodica degli interruttori industriali, per garantirne l’efficienza e la sicurezza. Si consiglia di eseguire delle ispezioni periodiche per verificare che i pulsanti non siano usurati e che non presentino malfunzionamenti. In aggiunta, è importante pulirli regolarmente con prodotti non corrosivi per evitare di danneggiarli.

Seguendo queste linee guida è possibile assicurarsi una durabilità maggiore degli interruttori industriali, che possono funzionare regolarmente per diversi anni. Tuttavia, la durata media dipende anche dalla frequenza d’uso e dalla qualità del prodotto, motivo per cui è importante controllarli periodicamente e sostituirli quando necessario.

Normative e standard di sicurezza per pulsanti e interruttori industriali

Le normative e gli standard di sicurezza per pulsanti e interruttori industriali variano a seconda del paese e del settore. Tuttavia, ci sono alcune linee guida ampiamente riconosciute. Ad esempio, la Commissione Elettrotecnica Internazionale (IEC) fornisce regolamenti internazionali per soddisfare i requisiti necessari e garantire la compatibilità e la sicurezza nell’ambito di tecnologie elettriche.

Un’altra linea guida ampiamente diffusa è la norma EN, una prescrizione europea che specifica i requisiti per gli interruttori, definendo le caratteristiche tecniche e i metodi di prova per garantire la sicurezza.  Molto importante è poi la norma UL, una direttiva di prodotto per gli Industrial Control Panels, ovvero per i quadri elettrici che comandano macchinari, inclusi dunque gli interruttori e pulsanti industriali.

È fondamentale che gli operatori industriali consultino le normative specifiche del loro paese e del loro settore industriale per garantire un ambiente di lavoro sicuro e conforme alla legge.

Tendenze e innovazioni nel settore dei pulsanti e interruttori industriali

Nel settore di pulsanti e interruttori industriali si stanno facendo strada numerose innovazioni che contribuiscono allo sviluppo di nuove tecnologie. Ad esempio, è molto importante il diffondersi di avanzamenti tecnologici nell’ambito dell’interfacciamento uomo-macchina, come l’Internet of Things (IoT), ossia la tecnologia che fornisce sensori agli oggetti per trasmettere e ricevere dati allo scopo di automatizzare un’azione.

Inoltre, esistono anche interruttori connessi in rete e dotati di  touchscreen, ideati per offrire un’interfaccia più intuitiva e flessibile e un controllo accessibile da remoto, per garantire maggiore sicurezza e supervisione dei macchinari.

Queste tendenze e innovazioni coprono un ruolo fondamentale, in quanto contribuiscono a trasformare il modo in cui gli operatori interagiscono con le macchine e a ottimizzare le operazioni industriali nell’era dell’industria 4.0.

Come si è visto, la scelta dei pulsanti e degli interruttori industriali giusti è di fondamentale importanza per garantire un ambiente di lavoro sicuro e una produzione efficiente. Per questo motivo è necessario optare per dispositivi di qualità, adatti alle proprie esigenze, e effettuare periodicamente un’adeguata manutenzione, assicurando così il massimo funzionamento e durabilità degli interruttori.

Lascia un commento