In Italia, si sà, la ricerca del lavoro è caotica da anni. Tante sono le posizioni lavorative e pochi i profili adatti. Gli studi professionali in ambito tecnico e medico si confermano i maggiori vettori per entrare nel mondo del lavoro. Linkedin, ad oggi, rappresenta un valido portale di ingresso sul mondo del lavoro. Ma esattamente, cos’è?

LinkedIn e il mondo del lavoro

LinkedIn si occupa di reti di contatti professionali e ha per scopo quello di creare e intrattenere relazioni online. È in tutto e per tutto un social network con un target diverso dagli altri, che punta, perlopiù ai professionisti e a tutti coloro che si affacciano sul mondo del lavoro.

Ad oggi, LinkedIn si sviluppa in sostanza sulla falsa riga dei maggiori social. È possibile condividere notizie, scrivere post e messaggiare. Inoltre, attraverso le varie acquisizioni effettuate da LinkedIn negli anni, sono state integrate le funzionalità di aderire a corsi online, scrivere articoli e funzionalità premium avanzate per la ricerca del lavoro e per coloro che fanno lavori di recruiting online.

Si sente spesso parlare dei social come tramite per effettuare operazioni di recruiting online. Ebbene sì, la maggior parte dei procacciatori di dipendenti, opera su Internet, scruta i profili dei candidati e ne ricava una propria definizione che genera un profilo e ne definisce caratteristiche e peculiarità. LinkedIn offre quindi, la possibilità di mettere in luce il proprio percorso formativo, le proprie esperienze professionali e il proprio know-how necessario per entrare nel mondo del lavoro.

Oltre la creazione, quindi, del proprio profilo, permette la ricerca di lavoro tra i vari annunci pubblicati da tutte le aziende che ne fanno parte.

Most Viewed Jobs su LinkedIn in Italia

LinkedIn
Fonte: Channel Post MEA

Secondo i parametri di LinkedIn, il candidato, nelle sue ricerche, utilizza criteri non solo dovuti al prestigio della mansione o allo stipendio, punta a una crescita professionale, al progresso, all’equilibrio tra lavoro e vita privata. Secondo lo studio effettuato, i parametri con le rispettive percentuali sono: salario (30%), opportunità di carriera (25%), apertura di nuovi posti di lavoro (25%), domanda regionale di nuovi posti di lavoro (10%). Prevalgono comunque le mansioni a carattere tecnico e informatico.

Ovviamente, nella maggior parte dei casi, i giovani italiani, sono per la maggior parte, attratti dai grandi brand aziendali, con elevate possibilità di crescita e realizzazione.

Linkedin ha rivelato, quindi, la classifica dei dieci annunci di lavoro (Most Viewed Jobs) che hanno ricevuto più candidature da parte degli oltre 12 milioni di utenti in Italia nell’anno 2018.

  • Mechanical Engineering Internship – Ferrari
  • Impiegati e Assistenti ai Programmi 2018 – Rai – Radiotelevisione Italiana S.p.A.
  • Profili Junior – BPER Banca
  • Internal Audit – Rai – Radiotelevisione Italiana S.p.A.
  • Assistente direttore dei lavori – Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane
  • HR Assistant – Esselunga
  • Events assistant – GUCCI
  • Retail Marketing Specialist – Ferrari
  • Architetto – Studio  Fuksas
  • Area Manager BMW – BMW Italia

Dalla classifica si evince la forza attrattiva dei grandi brand nazionali e internazionali. Al primo posto della classifica vi è Ferrari, brand internazionale, sogno italiano di ieri e di oggi con la posizione lavorativa più importante, quella di Ingegnere Meccanico. Si offre un tirocinio ovviamente, per formare e conoscere i nuovi ingegneri del Cavallino del futuro.

Molti sono i lavori in ambito economico come nelle varie banche e in tutte le posizione a spirale tecnico-economica.

Come detto, le posizioni lavorative ricercate sono del tipo “entry level”. Questo significa che ci sta tanto da studiare e tanto da realizzare per andare avanti nel proprio ramo. Questo, però, non sfiducia gli italiani che con grande passione e dedizione inoltrano ogni anno milioni di domande in queste grandi aziende. Il sogno italiano non si ferma e non si fermerà.

Ricerca del lavoro
Fonte: BizBahrain.com

I brand stranieri perdono posizioni a discapito di ciò che succedeva qualche anno fa e qusto è un indice di ripresa, al meno come immagine per le grandi aziende in Italia.

LinkedIn è una piattaforma potentissima e va sfruttata, aggiornata e conosciuta.