Era il lontano 1999 quando Jack Ma e Peng Lei fondarono Alibaba Group e oggi, ben 19 anni dopo, Jack Ma ha annunciato di voler lasciare l’azienda e il suo ruolo di presidente esecutivo. Attualmente l’azienda vale 420 miliardi di dollari circa ed è presente in diversi settori, tra cui l’informatica, l’intrattenimento, quello dei media e, ovviamente, l’e-commerce.

Jack Ma ha dichiarato di voler cambiare vita e dedicarsi a progetti filantropici che si occupano di educazione. Lascerà ufficialmente l’azienda il 10 settembre 2018, giorno in cui compirà 54 anni.

Jack Ma: l’uomo che ha rivoluzionato il commercio cinese

Jack Ma (1)
Jack Ma, in uno scatto in bianco e nero. Fonte: Inc.com

Ma Yún, meglio conosciuto come Jack Ma, nasce ad Hangzhou, il 10 settembre 1964. Da ragazzo inizia a lavorare come guida turistica per gli americani, impiego che gli permette di imparare al meglio la lingua inglese, tanto da diventare poi insegnante della stessa. Nel 1998, insieme ad alcuni amici, dà il via a una campagna di crowdfunding in cui raccoglie 60.000 dollari, con i quali fonda Alibaba. Solo un anno dopo, la società fondata diventa Alibaba Group.

Inizialmente, i componenti di Alibaba erano 18, tutti capitanati da Jack Ma. L’inizio non dev’essere stato affatto facile per i giovani imprenditori, come si può intuire dalla dichiarazione che lo stesso Jack Ma ha rilasciato ad un gruppo di giovani fondatori di una startup:

Facevamo economia anche sui centesimi, ma dopo quattro mesi stavamo per fallire.

Da quel momento in poi però, l’azienda di Jack Ma non ha più sbagliato un colpo. Dal 1999 in poi è una scalata verso la gloria. Il 2013 è un anno importante per l’azienda, con due eventi molto significativi. Il primo è la quotazione del titolo in borsa, a Wall Street. Il secondo è la dimissione dal ruolo di CEO del nostro protagonista di oggi, Jack Ma. Il ruolo venne occupato da Daniel Zhang, che lo ricopre ancora oggi.

Lo stesso Zhang è il principale candidato a diventare l’erede di Jack Ma anche questa volta, che vede in questo passaggio l’inizio di una nuova era. Nonostante le dimissioni, Jack Ma resterà nel board dell’azienda, senza ricoprire alcun ruolo in particolare.

Il futuro da filantropo di Jack Ma

Jack Ma (2)
Jack Ma dopo una conferenza stampa. Fonte: Hollywood Reporter

Ci sono molte cose che posso imparare dal fondatore di Microsoft, non potrò mai essere ricco come lui, ma c’è una cosa che posso fare meglio di lui: ritirarmi prima.

Le orme da seguire sono certamente quelle di Bill Gates, il fondatore della Microsoft che nel 2014 uscì di scena per dedicarsi ad una vita più tranquilla, come dichiarato dallo stesso Jack Ma. Attualmente il patrimonio personale del cofondatore di Alibaba è di 36,5 miliardi di dollari, secondo una stima di Forbes, che si trova al 21esimo posto nella classifica che vede Jeff Bezos sul gradino più alto del podio.

Jack Ma vuole dedicarsi ad attività filantropiche dedicate all’educazione, in particolare vuole occuparsi della fondazione per l’istruzione nelle aree rurali della Cina. Perché non andare in vacanza a vita? Ce lo spiega lui, e vi lasciamo così.

Mi ritirerò ancora giovane, per godermi la vita come Forrest Gump, non voglio morire in ufficio, meglio morire in spiaggia, sotto un ombrellone.