Con l’approvazione della Legge di Bilancio 2019, il Governo del nostro Paese ha introdotto la cosiddetta ecotassa. Per far fronte alla ecotassa, Ford ha appena lanciato una nuova campagna pubblicitaria denominata: “Ecotassa No, Ecoincentivi Sì”.

Prima di addentrarci nei dettagli della campagna pubblicitaria ideata da Ford e, di conseguenza, scoprire come quest’ultima potrebbe essere una buona trovata per l’azienda produttrice di automobili, andiamo a vedere cos’è e come funziona l’ecotassa.

Ecotassa: ecco chi paga e quanto

Come dicevamo, l’ecotassa è stata introdotta dal Governo con l’approvazione della Legge di Bilancio 2019 e riguarda i cittadini che acquisteranno veicoli ritenuti particolarmente inquinanti dal primo marzo 2019 al 31 dicembre 2021.

L’ecotassa sarà applicata solo ai veicoli di nuova immatricolazione, questo significa che non riguarderà le automobili già in circolazione, né le auto usate. Sono escluse anche le seguenti categorie di veicoli:

  • Carri funebri;
  • Auto per diversamente abili;
  • Camper;
  • Caravan.

L’obiettivo è quello di ridurre le emissioni di CO2, disincentivando l’acquisto delle automobili con maggiori emissioni. “Particolarmente inquinanti”, in realtà è ben definito e significa 160 g/km di CO2.

L’importo da pagare non è uguale per tutti, infatti esistono quattro fasce che hanno come unico criterio la quantità di CO2 emessa dalle automobili e sono le seguenti:

  • 1.100 Euro per i veicoli che emettono da 161 a 175 g/km di CO2;
  • 1.600 Euro da 176 a 200 g/km di CO2;
  • 2.000 Euro da 201 a 250 g/km di CO2;
  • 2.500 Euro per i veicoli che superano i 250 g/km di CO2.

L’idea Ford per aumentare le vendite

Aiutare l’ambiente e aumentare le vendite, il nuovo piano aziendale di Ford è, in breve, questo. L’idea è quella di incentivare i proprietari di vecchie automobili ad acquistare un nuovo modello. Infatti, la gamma di vetture Ford Ka, Fiesta, Focus, Ecosport, Mondeo, S-MAX e molte versioni della Kuga e della Edge non sono colpite dall’ecotassa e ciò rappresenta un grande vantaggio per l’azienda, che può puntare proprio su questo per far preferire le proprie automobili a quelle di un’altra casa produttrice. Senza dubbio, ciò potrebbe essere una grande occasione per Ford per migliorare le vendite.

Inoltre, per incentivare la sostituzione dei vecchi veicoli, Ford mette a disposizione gli Ecoincentivi e la formula d’acquisto IdeaFord. Partiamo dagli Ecoincentivi Ford, dei quali possono usufruire tutti coloro che possiedono una automobile con almeno 10 anni di vita. Dopo qualche piccola indagine, si scopre che questa condizione racchiude ben 25 milioni di cittadini che guidano veicoli Euro 4 e inferiori, che quindi potrebbero essere interessati all’acquisto di una nuova auto. Ecco qualche esempio:

  • 6.000 Euro di Ecoincentivi su Ford Fiesta;
  • 5.650 Euro di Ecoincentivi su Ford Ecosport;
  • 7.500 Euro di Ecoincentivi su Ford Kuga.

Passiamo ora a IdeaFord. La formula d’acquisto si basa sul concetto di Valore Futuro Garantito (VFG). All’inizio si può scegliere la durata del finanziamento (24, 36 o 48 mesi), al termine del quale l’acquirente può decidere se cambiare, tenere o restituire l’auto, considerando il VFG calcolato all’inizio.

In conclusione, possiamo dire che con “Ecotassa No, Ecoincentivi Sì”, Ford ha deciso di cogliere al volo “l’occasione ecotassa” per incentivare la sostituzione dei vecchi veicoli e far diventare sempre più positivo il trend delle vendite. Funzionerà? Lo scopriremo con certezza solo a fine 2019, quando potranno essere analizzati i dati di vendita dell’azienda in relazione all’entrata in vigore dell’ecotassa sulle automobili.