Home » Elon Musk, svolta a destra ed abbraccia il politically “uncorrect”

Elon Musk, svolta a destra ed abbraccia il politically “uncorrect”

Elon Musk abbraccia l'estrema destra con tweet e meme dai tratti marcatamente "politically uncorrect"!

Categorie Attualità · Curiosità · Politica
Vuoi leggere tutti gli articoli del network (oltre 10.000) senza pubblicità?
ABBONATI A 0,96€/SETTIMANA

Elon Musk torna a far parlare di sè. Non che in passato il signore di Tesla e di Twitter, pardon X,  sia stato adepto al “politicamente corretto” ma pare proprio che ultimamente abbia deciso di darsi alla politica alla luce del sole…con precisione prendendo la direzione di destra, anzi di estrema destra!

Tra tweet contro gli armamenti ucraini, la propaganda sui migranti e meme sfottò sui no vax, Elon Musk sembra abbia deciso di abbracciare la propaganda estremista di destra dando valore alle teorie del complotto e non solo. Secondo il giornalista del “Corriere” Fabio Chiusi, Elon Musk si sta radicalizzando così velocemente che si fa fatica a stargli dietro. Ma vediamo nel dettaglio di cosa si parla.

Elon Musk, al via le crociate degli anni 2000

Il patron di Tesla punta il dito contro il governo tedesco accusandolo di scaricare i migranti sulle coste italiane e lo fa, ovviamente, utilizzando il social X e rilanciando il tweet di “RadioGenoa” che mostra un salvataggio avvenuto in mare. Sul social Elon Musk sembra quasi accanirsi contro il governo tedesco accusandolo di finanziare le navi dei civili.

Ma il governo tedesco non ci sta. Ed ovviamente Berlino risponde a testa alta alla provocazione. Come?Beh sempre a suon di tweet. Chi di spada ferisce, di spada perisce. Non è così Elon?

Elon Musk

Le vie della destra sono infinite…

Ma questa non è la prima volta che Elon Musk rende propri i pensieri del filone di destra. Ha difatti più volte dato adito alla teoria della sostituzione etnica. Di cosa si tratta? Beh, è una teoria secondo cui esiste una cospirazione globale volontaria che mirerebbe a sostituire i “bianchi” creando un “esercito industriale di riserva” in modo da abbassare l’aspettativa di vita della popolazione occidentale. In principio doveva essere un complotto contro la popolazione bianca ma nel calderone c’è finito di tutto: dai seguaci del femminismo a chi è a favore dell’aborto fino ad arrrivare agli omosessuali. Ovviamente non c’è alcuna base scientifica ma spaventa che questa teoria abbia degli adepti del calibro di Elon Musk. 

Ci sono state anche altre avvisaglie circa l’avvicinamento di Musk al mondo dell’estrema destra come i tweet a favore del mondo no vax:

Immagina un vaccino così sicuro che bisogna essere minacciati per prenderlo. Per una malattia così mortale bisogna sottoporsi a un test per sapere di averla.

o quelli a difesa del possesso delle armi. Basti pensare che fino a qualche tempo fa era il paladino quasi simbolo della causa ucraina mentre adesso è diventato un filorusso di ultima generazione ridicolizzando il presidente Zelensky con un meme in cui prende in giro la sua richiesta di aiuti militari. Qualche settimana fa la CNN ha diffuso un episodio raccontato nell’ultima biografia di Musk che sembrerebbe aver negato a Kyiv l’accesso a Starlink (che è il sistema di satelliti di sua proprietà), impedendo un attacco di droni contro la flotta russa. 

E non è finita qui. Nelle ultime ore sta riattivando account di complottisti e di seguaci dell’estrema destra, precedentemente bannati, come Donald Trump o Andrew Anglin, creatore del sito neonazista “The Daily Stormer”. 

Ma può un’unica persona manovrare così bene il mondo intero? Avete mai assistito allo spettacolo delle marionette? Ecco. Elon Musk può essere tranquillamente paragonato a colui che da dietro le tende muove il gioco. Anche se ultimamente non è più così tanto dietro le tende; infatti a suon di tweet e di meme, sta facendo sentire la sua presenza che è ogni giorno sempre più attiva e penetrante. Un po’ come i danni che si porta dietro; per alcuni “trascurabili”, per altri “insormontabili”.

Lascia un commento