SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

AZIONI

CALENDARI

CRYPTO

Cybersecurity, l’importanza di proteggere modem e router

Spesso non ci si rende conto dei pericoli di cybersecurity, dando poca protezione a modem e router. Ecco come fare per tutelarsi al meglio

Siamo circondati da un mare di accessori elettronici che ci rendono la vita più semplice. Risolvono per noi quesiti, ci aiutano a trovare informazioni e persone grazie a internet. I device elettronici sono l’Abc del nostro quotidiano, sia per quanto riguarda il contesto di lavoro che l’ambito domestico e lo svago. Molto spesso non ci si rende conto degli estremi pericoli che si corrono dal punto di vista della cybersecurity, soprattutto per quanto riguarda il tipo di protezione – troppo spesso scarso – che viene riservato ad apparecchi essenziali come modem e router. Questi sono i due accessori che ci permettono di avere accesso e navigare in Rete. A questo punto sarà utile mettere a fuoco un concetto importante come la differenza tra modem e router, facendo mente locale sul fatto che mentre il primo è lo strumento che ci consente di collegarci a internet, il secondo è quello che permette a più dispositivi di accedere contemporaneamente al web smistando i dati sui vari smartphone, tablet e computer.

Difendere gli accessi vuol dire schermare la propria privacy

Questi due strumenti, tra i quali il modem ricopre senza dubbio una posizione di primazia, sono entrati ormai di diritto nella nostra vita di tutti i giorni. Non bisogna dimenticare, tra l’altro, che sempre più persone adesso sfruttano la linea internet anche per lo smart working. Bisogna però ricordarsi di utilizzarli mettendo in atto certe accortezze che li renderanno meno vulnerabili agli attacchi di malintenzionati.

Spesso infatti può capitare che si riscontri un eccessivo consumo dei dati, superiore di parecchio rispetto al previsto. Non di rado c’è infatti chi riesce ad accedere alla nostra rete e questo deve far scattare un campanello d’allarme. Bisogna cambiare le impostazioni di default, quelle con cui l’accessorio esce dalla fabbrica, poiché rappresentano una porta di ingresso pericolosa. Sono infatti in circolazione applicazioni che riescono a individuare l’indirizzo di un dispositivo decodificandone la password (se non è stata cambiata) per effettuare un accesso illecito. E’ sempre bene anche assicurarsi che sia attivato il firewall, lo strumento principale della sicurezza informatica in grado di proteggere la rete dagli attacchi (virus, trojan, malware e così via). Dev’essere sempre impostato sul livello di sicurezza più alto.

I consigli per difendersi dagli attacchi

La tutela dei dati e delle informazioni è sempre più sotto i riflettori, specie nel momento storico che stiamo vivendo. Ecco perché sarà corretto precisare quanto sia importante per la propria sicurezza creare un ‘guest network’ in modo da poter limitare le funzionalità per quanto concerne la rete principale (che in genere contiene dati importanti e sensibili). Assicuratevi infine di effettuare sempre l’aggiornamento del firmware relativo al router. In genere si tratta di uno step del quale si fa carico l’operatore di linea. Ricordate però che in presenza di modelli particolarmente vecchi questa funzionalità potrebbe non venire garantita. Si potrà comunque ricorrere ai tutorial del web e il consiglio – visto che non si tratta di operazioni troppo complesse – è di dedicargli tutto il tempo necessario, nel nome della sicurezza del dispositivo e dei propri dati.

CUE FACT CHECKING

CloseupEngineering.it si impegna contro la divulgazione di fake news, perciò l’attendibilità delle informazioni riportate su businesscue.it viene preventivamente verificata tramite ricerca di altre fonti.

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Alberto Girardellohttps://managementcue.it
Scrivo per la voglia di dire qualcosa