SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

AZIONI

CALENDARI

CRYPTO

CV, marketing e Elon Musk

A molti di voi, così come è successo a me, sarà capitato di scrivere un CV negli ultimi tempi.

Internet è pieno zeppo di guide su come scrivere CV e di decaloghi sugli errori da non commettere mentre lo si fa.

Il CV è il documento di identità che permette di imbarcarsi nel mondo del lavoro. Anzi di più: il CV contiene i nostri meriti, dunque è la carta di imbarco con la quale dimostriamo di aver pagato il biglietto e guadagnato il viaggio! Segue che quanto più è ambita la nostra destinazione, tanto più lungo dovrà essere il nostro CV.

O no?

Se avete già letto qualcuna delle guide sopra citate, avrete notato almeno due errori nelle tre righe sopra.

CV e marketing? CV è marketing!

Innanzi tutto, col CV, più che dimostrare di meritare un lavoro, dovremmo mostrare di avere qualcosa di prezioso da dare: dobbiamo convincere qualcuno ad avvalersi del nostro tempo e delle nostre competenze e a remunerare adeguatamente entrambi.

Il secondo errore è nel credere che la lunghezza del CV sia indice del suo valore. È fuor di dubbio che chi può vantare più esperienza e più competenze abbia più possibilità di “vendere” il proprio lavoro. Tuttavia, proprio perché che si tratta di “vendere” qualcosa, non possiamo ritenere che la forma del CV sia del tutto indifferente. Anche in questo caso è tutta questione di comunicazione: per veicolare il contenuto bisogna scegliere la forma più efficace.

Dal momento che molte aziende ricevono migliaia di CV, il tempo medio impiegato nell’analisi di ognuno di essi da parte di coloro che se ne occupano è brevissimo: molto meno di un minuto a curriculum. Per la prima scrematura molte aziende utilizzano addirittura dei software che riconoscono le parole chiave sui CV ed escludono quelli in cui tali parole non compaiono. Il consiglio più frequente degli stessi recruiter, dunque, è di redigere CV di una sola pagina che contengano le informazioni essenziali e che siano in qualche modo originali, cioè che riescano a catturare l’attenzione dei recruiter in mezzo a centinaia di altri CV.

Che c’entra Elon Musk?

Pochi di noi possono vantare un CV paragonabile a quello di Elon Musk.

Elon Musk, per i tre lettori che non lo conoscessero, è (elenco non esaustivo e in ordine sparso):

Tesla
cdn.gelestatic.it

Elon Musk ha davvero bisogno di un curriculum? Probabilmente no, per svariate ragioni.

Ma se Elon Musk (con tutti i suoi limiti) dovesse scrivere un CV, quali sarebbero le differenze rispetto ad una sua eventuale autobiografia?

Elon Musk non è certo uno sprovveduto quando si parla di pubblicità: poco più di un anno fa tutto il mondo ha seguito in diretta il lancio del Falcon Heavy di Space X e l’atterraggio dei suoi motori Merlin del primo stadio pronti per essere ripristinati e riutilizzati. Tuttavia, la magia è avvenuta al rilascio del secondo stadio: si è rivelata al mondo una Tesla Roadster che viaggiava nello spazio con il suo Starman alla guida e la scritta DON’T PANIC sul cruscotto.

Cruscotto della Tesla Roadster con la scritta “DON’T PANIC”
Starman e la Roadster in orbita intorno alla Terra
Starman e la Roadster in orbita intorno alla Terra

Il CV di Elon Musk

Ecco: se io dovessi immaginare il CV di Elon Musk, questo non sarebbe né la sua autobiografia né un CV Europass. Il CV di Elon Musk sarebbe un one-page CV, essenziale e originale.

Immaginare il CV di Elon Musk (a proposito di marketing) è ciò che ha provato a fare il sito novoresume.com, come spiegato in un articolo di Business Insider Italia.

Il CV in questione è un CV di una pagina che contiene:

  • una brevissima descrizione di 30 parole;
  • un elenco dei ruoli ricoperti da Musk con breve descrizione;
  • due righe sulla formazione;
  • le lingue parlate;
  • l’elenco degli ambiti di interesse;
  • una sezione dedicata alle certificazioni (e ai riconoscimenti!)
  • una sezione di skill e competenze con barre di valutazione del livello
  • (ovviamente) i suoi contatti.

La lezione che se ne trae è che se il CV di Elon Musk può essere scritto su una sola pagina, nessuno dovrebbe presentare un CV con più di una pagina (a meno che non espressamente richiesto!).

E ora provate a scrivere il vostro CV!

novoresume.com

CUE FACT CHECKING

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Antonio Donadiohttps://managementcue.it
Studente magistrale di ingegneria gestionale con laurea triennale in ingegneria meccanica. Appassionato di project management, con forte interesse verso i temi legati alla sostenibilità - sociale, ambientale ed economica- e verso le nuove tecnologie. Amante di musica ed enogastronomia, vorace lettore (e adesso anche autore).