Home » Botswana: portato alla luce un diamante da 1098 carati, il terzo al mondo

Botswana: portato alla luce un diamante da 1098 carati, il terzo al mondo

Rinvenuto i primi di giugno il terzo più grande diamante al mondo nella miniera di Jwaneng, in Botswana

Categorie Business · Curiosità

Botswana: rinvenuto nella miniera di Jwaneng quello che risulterebbe essere il terzo diamante più grande al mondo.

A qualche centinaio di km dalla capitale Gaborone e localizzata presso il distretto Meridionale del paese, si trova Jwaneng, cittadina di più di 50000 abitanti, all’interno delle cui miniere è stato rinvenuto il prezioso cristallo, terzo al mondo non solo per grandezza ma soprattutto per qualità. Le misure 73 x 52 x 27 mm non inseriscono infatti la pietra preziosa sul podio mondiale, quanto più i suoi 1098 carati.

Botswana: la compagnia Debswana trova il suo El Dorado

Per la compagnia adibita agli scavi, Debswana, appartenente ad una joint venture nata dal concerto tra il governo e il gruppo De Beers, colosso diamantifero sudafricano fondato da un gruppo di imprese nel 1888, gli scavi di inizio giugno sono risultati essere un encomiabile risultato. Per la join venture, l’ultimo ritrovamento risulta essere il più importante per il gruppo, operante esclusivamente in Botswana da 66 anni.

Botswana President Mokgweetsi Masisi and the 1098 diamond

Le parole dell’ad di Debswana, Lynette Armstrong, racchiudono la grossa conquista realizzata a inizio mese:

La rara e straordinaria pietra significa molto nell’ambito dei diamanti e in Botswana; porta speranza alla nazione in difficoltà

I 1098 carati che deliziano (nuovamente) il paese

Come per ogni pietra preziosa del suo genere, la “palla da ping pong” sarà sottoposta a clivaggio e successivamente perfezionata, per poi essere venduta all’asta. Secondo Debswana, la miniera di Jwaneng, inaugurata nel 1982,produce solitamente tra 12,5 e 15 milioni di carati di diamanti all’anno.

Non si tratta quindi di un mero e succulento affare; un tweet dell’account governativo ufficiale dichiara con forte entusiasmo:

I proventi del diamante saranno utilizzati per promuovere lo sviluppo nazionale nel paese.

Botswana President Mokgweetsi Masisi and the 1098 diamond
Source: Twitter – Botswana Government Account

E ancora:

Debswana dovrebbe usare questa ultima scoperta come punto di svolta, affinchè la miniera usi la tecnologia a disposizione per realizzare altre di queste grandi scoperte

Il podio dei diamanti più preziosi è tutto africano

Lo scorso 16 giugno il diamante è stato portato dal presidente in carica della Repubblica Botswana, Mokgweetsi Masisi, che ha elogiato l’operato della compagnia, auspiacando che venga fatto un buon uso della pietra “miliare” per il benessere del paese.

Primo e secondo posto rimangono invariati. Il primato di diamante più grande al mondo rimane imbattuto dal 1905; il Cullinan ( o Stella d’Africa), di 3.106 carati, scoperto in Sudafrica e attualmente somma di quattro pezzi pregiati più importanti. Il secondo posto lo detiene Lesedi La Rona con i suoi 1.109 carati, trovato 6 anni fa a Karowe, nel nord-est del Botswana.

Source:Wikimedia, Credit: Di Chris 73 / Wikimedia Commons - La Stella D'Africa, meglio conosciuto come Cullinan
Source:Wikimedia, Credit: Di Chris 73 / Wikimedia Commons – La Stella D’Africa, meglio conosciuto come Cullinan

L’estrazione mineraria in Botswana ha garantito da ormai più di 30 anni sostentamento all’economia interna, guidata da governi prudenti e fiscalmente precisi nel coordinare politiche pubbliche ed estere. Dal 1994 il paese è stato depennato dalla classifica stilata dall’Onu comprendente i LDC (paesi meno sviluppati) e ad oggi risulta essere una degli stati africani più sviluppati.

Lascia un commento